keyboard_arrow_up

Governance

  • Governance

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale è un ente pubblico non economico dotata di autonomia amministrativa nonché di autonomia di bilancio e finanziaria nei limiti previsti dalla legge, con lo scopo istituzionale di gestione ed organizzazione dei beni e servizi nel proprio ambito portuale coordinando l’attività dei porti di Catania ed Augusta, proiettandone l’azione su una dimensione internazionale.

Ad essa sono state attribuite numerose funzioni quali:

Pianificazione territoriale dell’ambito portuale. Il Piano Regolatore si Sistema Portuale, adottato dal Comitato di Gestione previa intesa con i comuni interessati, individua le caratteristiche e la funzione delle aree interessate e definisce l’ambito complessivo dei porti, comprese le aree adibite alla produzione industriale, all’attività cantieristica e alle infrastrutture stradali e ferroviari. Il piano successivamente è trasmesso al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che deve esprimersi entro 45 giorni ed è infine approvato dalla Regione.

Indirizzo, programmazione, coordinamento, promozione e controllo delle operazioni portuali e delle altre attività esercitate nei porti, individuando le strategie di sviluppo delle attività portuali e gli interventi nella garanzia del rispetto degli obiettivi prefissati, anche in riferimento alla sicurezza rispetto a rischi di incidenti connessi alle attività in questione ed alle condizioni di igiene del lavoro;

Amministrazione delle aree e dei beni del demanio marittimo compresi nell’ambito della circoscrizione territoriale.

Manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni nell’ambito portuale, compresa la manutenzione per il mantenimento dei fondali.

L’Autorità di Sistema Portuale è sottoposta alla vigilanza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per quanto concerne l’approvazione del bilancio di previsione, delle eventuali note di variazione e del conto consuntivo, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, nonché la determinazione dell’organico della Segreteria Tecnico- Operativa. Il rendiconto finanziario è soggetto al controllo della Corte dei Conti.

6.560 mt

Banchine

625.800 m2

Piazzali

24.000.000 m2

Specchi Acquei

11.855 mt

Pontili/Accosti

243.746 unità

Traffico Passeggeri

33.932.855 tonn.

Merci Movimentate

372.822 unità

Traffico rotabili

49.198 unità

Container